News, articoli, sentenze, nostri casi risolti

sovraindebitamentosovraindebitamento

sovraindebitamento“La forza di una persona, è il risultato di quello che ha superato” (Albert Einstein)

Riportiamo in questa sezione alcuni casi da noi risolti, articoli apparsi sui quotidiani e alcune omologhe o comunicazioni provenienti dai tribunali che riteniamo di particolare interesse.

Il nostro centro studi è in costante aggiornamento e monitora i risultati ottenuti nell’applicazione della legge 3/2012, e non solo.

Tribunale di Milano (19 aprile 2018)

Sovraindebitamento – Il team di Esdibito è riuscito, con l’ausilio dell’O.C.C. e dello Staff di Legali, nell’arco di 15 giorni, a sospendere un’asta immobiliare …continua

Tribunale di Bergamo (13 aprile 2018)

Un Ex-Carabiniere, ora in pensione, torna a sorridere grazie alla L. 3/2012.
Un divorzio difficile, gli alimenti, le tensioni familiari lo avevano fortemente minato sia …continua

articoli

 

Tribunale di Milano

Grazie al Nostro intervento, una giovane ragazza in difficoltà, è riuscita ad ottenere il Decreto di Liquidazione del Patrimonio, in assenza di beni prontamente liquidabili (casa – TFR- autoveicoli).

Si tratta di una decisione che conferma le Nostre tesi in materia, pubblicata anche sul sito giuridico “ILCASO.IT” …continua

 

 

Asta Sospesa
BLOCCO DELLA PROCEDURA ESECUTIVA (PIGNORAMENTO)

Asta Sospesa – Tribunale di Lecco

Nuovo caso risolto dallo staff di Esdebito

Un’altra famiglia ha intrapreso la via offerta dalla legge per uscire dalla morsa dei debiti …continua

articoli

 

 

sovraindebitamento

 

Tribunale di Como

Altro caso risolto dallo staff di ESDEBITO e dai suoi Consulenti Tecnici e Legali.

Sovraindebitamento a Como, nomina O.C.C., decreto di apertura della procedura di liquidazione volontaria dei beni. La fine di un incubo, i primi passi per ricominciare a vivere …continua

 

 

 

 

4062848387_eaeeb3f9e9_b

 

 

 

 

 

25/maggio/2016 Tribunale di Milano.

Un’altra famiglia ritrova la serenità con la legge sull’esdebitazione.

Un altro caso risolto dallo staff di ESDEBITO e dai suoi Consulenti Tecnici.

La famiglia in questione, in seguito alle avverse condizioni economiche in cui si era trovata, si è rivolta al nostro gruppo per valutare delle possibili soluzioni. L’immobile di proprietà era già stato messo in vendita ma il valore commerciale risultava molto inferiore rispetto al debito (mutuo) in corso e i redditi della famiglia non permettevano nessuna ipotesi di rientro per gli altri finanziamenti. Una situazione comune a molte persone, in questo periodo di crisi. Questa situazione risulta opprimente e senza vie di uscita, ci si sente incatenati, in gabbia. Mettere in vendita la casa, ma vale 80 e i debiti sono 150, il sistema finanziario/bancario non ci viene incontro. Le società di recupero crediti sono sempre più insistenti, la situazione diventa insopportabile… Ma una soluzione è stata trovata, la fine dei debiti, la fine dei solleciti del recupero crediti, la fine di una capitolo… e l’inizio di una nuova vita, ripartendo da zero …continua

 

 

La Legge n. 3 del 27 Gennaio 2012

 

 

 

26/aprile/2016  Legge 3/2012 – Di cosa NON si tratta –

 

aar

 

 

Molto spesso  ci vengono posti dei quesiti su come non pagare i debiti… Togliamo alcuni dubbi, in merito a false indicazioni e miti che circolano nel Web. Questa legge è utile sia per i debitori, che per i creditori.

Chiariamo alcuni limiti della Legge 3/2012

Per approfondimenti cliccare sul seguente link articolo

RESTITUZIONE SOMME E USURA

 

 

 

 

02/aprile/2016 Recupero delle Commissioni.

 

cqs

Un altro caso risolto dallo staff di ESDEBITO e dai suoi Consulenti Tecnici.

Durante le verifiche della documentazione, i nostri Consulenti Finanziari si sono accorti che erano presenti alcune anomalie, hanno quindi effettuato degli approfondimenti, procedendo al reclamo e ottenendo i rimborsi delle somme. (link 03)         Le banche/finanziarie si sono opposte al pagamento sostenendo, dal loro punto di vista, la correttezza dei dati. Diversa è stata la decisione dell’Arbitro Bancario Finanziario che in seguito alla nostra analisi e perizia ha accolto il ricorso e ordinato il pagamento (esdebito abf 1bNA)

ESDEBITO offre il servizio di pre analisi gratuita, per quanto riguarda questa particolare procedura si fa carico delle spese per la redazione della perizia e per procedere al ricorso in ABF, percependo il suo compenso solo a risultato ottenuto. Nessuna spesa in caso di insuccesso.

Per approfondimenti cliccare sul seguente link articolo

 

gavel-1017953_1920

 

 

 

19/marzo/2016  Legge 3/2012-chi può chiederla-esdebitazione

 

 

news

 

Per rispondere ad una domanda sempre più frequente, sulla possibilità o meno di richiedere l’applicazione della Legge 3/2012 per i debitori che svolgono attività professionale o autonoma (quindi artigiani, commercianti, singoli professionisti), la normativa indica come limite la possibilità di accedere ad altre procedure concorsuali diverse da quelle indicate nella legge 3/2012.

Quindi i soggetti “fallibili” possono fare riferimento alla Legge fallimentare, e i soggetti “non fallibili” ora hanno anche loro la possibilità di esdebitarsi grazie alla legge 3 del 2012

Il presupposto è quello di non essere soggetti o assogettabili ad altre procedure (procedura fallimentare)

Per maggiori dettagli, cliccare qui approfondimento”

 

 

Palazzo di Giustizia

 

 

 

15/marzo/2016  Concetto di colpa nella Legge n. 3/2012

 

 

 

Un requisito fondamentale per il buon esito (omologa) dell’operazione, è quello dell’incolpevolezza allo stato di sovraindebitamento. Il giudice, per omologare e rendere esecutivo il piano presentato, dovrà verificare  che non vi sia stata “colpa” da parte del debitore nell’aver assunto obbligazioni in frode ai creditori, con la consapevolezza di non poterle onorare o eccessive rispetto alle capacità di rimborso.

Per approfondiscmenti, cliccare sul seguente link concetto di colpa

 

ponte dei sospiri venezia

 

 

 

 

 

10/marzo/2016   Un caso concreto risolto con il nostro intervento

 

COME SALVARSI DAL PIGNORAMENTO, E RECUPERARE REDDITO DISPONIBILE PER VIVERE?

Quando mutui, prestiti, tasse, imposte non vengono pagati, i creditori possono agire giudizialmente nei confronti dei debitori insolventi. Lo Stipendio, il conto corrente, la propria Casa potrebbero essere aggrediti per saldare i debiti.

Il Pignoramento e la successiva vendita all’Asta.

La nuova legge n.132/15 consente alle banche di ottenere l’assegnazione della casa pignorata senza arrivare all’asta. Alcune Banche si sono già organizzate, altre lo stanno facendo, ed hanno iniziato a svolgere l’attività di Agenzia Immobiliare per rivendere gli immobili acquisiti.

Con la vendita all’asta i debiti che fine fanno?

Se la casa verrà venduta all’asta o assegnata alla banca per 50 e il debito era 145 LE BANCHE AVRANNO ANCORA UN CREDITO NEI VOSTRI CONFRONTI, e procederanno per recuperare il debito residuo di 95 più le spese (art. 2740 c.c.) con altri atti giudiziari nei vostri confronti, dei vostri garanti (fidejussori) e dei vostri eredi.

Come si può rimediare? 

Tramite l’applicazione della legge n.3/2012, i debitori possono ottenere il blocco del pignoramento immobiliare, oppure la conversione dell’asta nella procedura, per una durata non inferiore a 4 anni e disporre nuovamente del reddito o dello stipendio per il proprio sostentamento, bloccando anche le trattenute per cessioni del quinto e deleghe di pagamento.

Nel caso da noi trattato, il soggetto sovraindebitato cede i beni di sua proprietà (un immobile), mantenendo una quota intangibile di reddito pari ad € 3.500,00 mensile per il sostentamento della famiglia.

Importo ricavato dalla relazione formulata dagli esperti di Esdebito.

Il sovraindebitato potrà, grazie agli effetti positivi della legge 3/2012, tornare a vivere senza l’onere dei finanziamenti, delle rate e delle imposte che lo assillavano.

Inoltre potrà anche ottenere, al termine della procedura, l’estinzione dei debiti residui se risulterà meritevole in sede di esdebitazione.

Per visionare il decreto, cliccare qui. (decreto)

 

troppi debiti disperazione

 

 

 

 

 

Sovraindebitamento – La legge n. 3 del 2012 prevede tre tipi di procedure:

accordo con i creditori,

 

Liquidazione del patrimonio

 

piano del consumatore, (riservato ai soli “consumatori”)

 

 

Riportiamo alcuni articoli di giornali

italiaoggi

giornale di Brescia